Sabato 21 e Domenica 22 Luglio 2018 – Escursionismo

GRAN SASSO – MONTE AQUILA E PIZZO INTERMESOLI (Teramo)

Partenza Sabato 21 Luglio 2018 alle ore 06:30 con mezzi propri
Direttore escursione: AE Silvano Orlandi – Cell. 339.6975901
email: silvanoorlandi05@gmail.com
614px511-pizzo-d-intersemoli-gran-sasso-fonte-caifrosinoneit
È una “full immersion” nel massiccio più alto degli Appennini continentali (Corno Grande 2912 m), un colosso di rocce, poco distante dal mare ma montagna vera e grandiosa con vaste estensioni boschive, sterminati altipiani e pareti vertiginose con importanti vie alpinistiche. Compongono il gruppo (Parco Nazionale, assieme alla vicina Laga, dal 1991) numerose vette tra cui: Corno Grande, Corno Piccolo, Intermesoli, Corvo, Cefalone, Prena e Camicia, tutte oltre i 2500 m di quota. È anche terreno di grande interesse per escursionisti esigenti, con tanti sentieri delle più varie difficoltà, punti di appoggio gestiti in quota (anche se spartani) e un contorno di paesi limitrofi ora un po’ dimenticati ma un tempo importanti e strategici per la zona. Quel che è rimasto di borghi fortificati e bei castelli (Rocca Calascio è un esempio significativo) ne attestano appunto le antiche grandezze.
Sabato 21: MONTE AQUILA (2495 m) DA VADO DI CORNO
Tempo: 4,30 h; dislivello salita: 800 m; dislivello discesa: 470 m; difficoltà: E
Si parte direttamente dalla strada per Campo Imperatore dove inizia il sentiero (1805 m) per Vado di Corno e per il famoso e impegnativo “percorso del Centenario”, al Monte Camicia. La facile dorsale che sale di continuo fino in vetta e poi scende gradualmente al rifugio Duca degli Abruzzi ci apre un’ampia panoramica su gran parte del gruppo, con il possente Corno Grande, la vasta conca di Campo Pericoli e il gigante Intermesoli in forte evidenza. In poco tempo poi si scende al rosso albergo di Campo Imperatore.
Domenica 22: PIZZO INTERMESOLI (2635 m)
Tempo: 6,30 h; dislivello salita: 1080 m; difficoltà: EE
Dall’albergo di Campo Imperatore (2130 m) si sale per tornanti sassosi al Rifugio Duca degli Abruzzi (2388 m) e si continua per la cresta della Portella fino al passo omonimo. Più avanti si abbandona, a destra, la dorsale principale e si scende con decisione verso la conca di Campo Pericoli fino a 2150 m, per poi risalire alla Sella del Cefalone (2320 m) e traversare in discesa verso la Sella dei Grilli (2220 m). L’ambiente è superbo e panoramico, anche se spesso arido e desolato. Da qui ha inizio il ripido pendio ghiaioso del nostro Intermesoli che si sale per tracce a zig zag fino a una fascia rocciosa da superare per canalini con roccia non buona (attenzione a non far cadere sassi) che fanno raggiungere in breve la vetta. La visione dalla cima, molto isolata, è eccezionale. Discesa per lo stesso itinerario tranne la parte finale che scende in diagonale per il Passo del Lupo, sotto il versante Sud del Monte Portella. È obbligatorio il casco.