Tesseramento 2020 – Proroga efficacia copertura assicurativa al 30 aprile 2020

Alla luce dell’emergenza epidemiologica COVID-19 (c.d. Coronavirus) che ha indotto il Governo ad emanare restrizioni alla circolazione delle persone su tutto il territorio nazionale e delle conseguenti segnalazioni pervenute dalle Sezioni in merito all’impossibilità dei Soci di recarsi presso le Sezioni per effettuare il rinnovo, vi informiamo con piacere che UnipolSAI, così aderendo ad un’istanza della Presidenza generale e mostrando particolare sensibilità verso i Soci del CAI, ha prolungato sino al 30 aprile 2020, in luogo del precedente termine del 31 marzo 2020 le seguenti Polizze, per tutti i Soci già in regola con il Tesseramento 2019:

1)Infortuni Soci in attività istituzionale; 2)RCT in attività istituzionale ;3)Soccorso alpino in Italia ed Europa.

Procedure Straordinarie per Rinnovo Tesseramento

Nel periodo di chiusura delle Sede ( fino al 03/04/2020), sarà possibile rinnovare l’iscrizione al CAI per email ed effettuando il pagamentro tramite bonifico bancario. Il Socio che intende rinnovare dovrà mandare una email all’indirizzo cairimini@cairimini.it indicando:

Nome, Cognome, numero di cellulare, che tipo di rinnovo intenda fare (Socio ordinario, Socio familiare, Socio giovane), con o senza raddoppio dei massimali (con aggiunta di € 3,50).

Dovrà inoltre allegare alla email:

1) il modulo di rinnovo compilato in ogni sua parte e sottoscritto;

2) copia della ricevuta di AVVENUTO bonifico;

Coordinate Bancarie IBAN: IT96L0200824201000000757024

IL BONIFICO VA INTESTATO AL CAI SEZIONE DI RIMINI

Nella causale del bonifico bisognerà inserire la scritta: RINNOVO TESSERAMENTO 2020

Il Socio riceverà per mail il certificato di iscrizione, per ritirare il bollino verrà in Sezione dopo il 3 Aprile 2020 se non ci saranno ulteriori prolungamenti dal parte del Comune di Rimini, del periodo di chiusura delle sale comunali.

Riepilogo Tariffe:

Socio Ordinario: € 50,00 più eventualmente € 3,50 per raddoppio massimali

Socio Familiare e Ordinario Juniores: € 25,00 più eventualmente € 3,50 per raddoppio massimali

Socio Giovane: € 16,00 dal 2° € 9,00 più eventualmente € 3,50 per raddoppio massimali

Nuovo appello sede centrale Coronavirus

Buonasera a tutte e tutti,

in merito alle  domande che questo pomeriggio  mi sono pervenute, ossia  se i ns rifugi possono rimanere aperti nei we e dopo alcune dirette e preliminari risposte  ai vari interlocutori a cui indicavo che secondo me la situazione è di assoluto blocco delle attività, in ogni caso dopo essermi confrontato con il PG (sentito pochi minuti fa al telefono) vi giro il comunicato che è da pochissimo stato pubblicato nella homepage sia de Lo Scarpone che del  sito del CAI.

Mi pare che non vi siano commenti da fare, ma solo di rispondere in modo consapevole e  responsabile.

Vi invito  quindi a diffondere con assoluta celerità le disposizioni a tutti i nostri soci (eventualmente con una straordinaria newsletters), alle sottosezioni, alle scuole, agli accompagnatori istruttori ecc.

Sapere che ci sono soci che se ne fregano e pubblicano foto di esperienze in montagna in questi giorni mi lascia un po’ perplesso.

NB solo per far ben comprendere che la situazione, dal mio punto di vista e di tutto il direttivo, era comunque già chiara, vi giro la mail che ieri ho inviato a Ricardo che mi chiedeva di intervenire verso Governo e Regione per permettere di andare in montagna nei girtni festivi.

Caro Ricardo,

sono per ribadire che il CAI si è sempre battuto per la libertà di accedere alle montagne, senza limiti e distinzioni, senza patentini ma responsabilmente, sapendo valutare il territorio, il meteo, le proprie forze e le proprie capacità e sapendo che la montagna è lì che ci aspetta ma che possiamo sempre fare un passo indietro e ritornaci in altre condizioni più favorevoli.

In questa delicatissima fase storica e sociale, il cai ha disposto la cessazione di tutte le attività,  tra cui le varie assemblee sociali e ciò non per timore referenziale, non per chinare la testa supinamente ma per quel forte spirito di solidarietà e responsabilità che ci contraddistingue.

Immagino cosa tu voglia dire con “andare in montagna con mezzi propri nei giorni festivi”, ma stando a quanto si è potuto vedere non più tardi di domenica scorsa proprio in montagna (sia innevata che nelle colline dell’appennino, ma anche nei parchi cittadini), ritengo che il  “divieto” di circolare per evitare possibili contagi possa essere l’unica soluzione possibile per uscire in tempi ragionevoli dal tunnel.

Quanto disposto dallo stato italiano in questi giorni non sono semplici indicazioni, ma vere e proprie direttive a cui ogni cittadino deve attenersi.

Speriamo tutti, ovviamente, di poter tornare presto a circolare liberamente e soprattutto in montagna.

Un caro saluto.

NB2 oggi ho avuto notizia che il soccorso alpino invita tutti a non andare in montagna per evitare di disperdere energie e per non distogliere medici e forze in caso di ricoveri per cadute seppellimenti ecc..

Meditiamo

   Il Presidente

Massimo Bizzarri

Club Alpino Italiano

Gruppo Regionale Emilia-Romagna

Via Stalingrado  105 40128 Bologna

            Telefono/fax 051 234856

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI CAI SEZIONE DI RIMINI

Si comunica che L’Assemblea dei Soci in programma per Giovedì 12 Marzo 2020 è rimandata a data da destinarsi. La nuova convocazione avverrà per email e verrà indicata sul sito della Sezione.


L’Assemblea Ordinaria dei Soci è indetta in prima convocazione Mercoledì 11 Marzo
2020 alle ore 08:00 e in seconda convocazione Giovedì 12 Marzo 2020 alle ore
21:00 a Rimini in Via De Varthema n° 26 con il seguente Ordine del Giorno:

Verifica poteri

Nomina del Presidente e del Segretario dell’Assemblea

Bilancio Consuntivo 2019 e Bilancio Preventivo 2020

Varie ed Eventuali

Mauro Campidelli
Presidente del CAI Sezione di Rimini

COMUNICATO DEL 02.03.2020

Con riferimento alle precedenti comunicazioni del 24 e 26 febbraio u.s., ferma la circostanza che è necessario proseguire nell’adozione di misure di prevenzione allo scopo di contrastare in modo efficace il diffondersi del virus COVID‐19, e richiamando al rispetto delle ulteriori disposizioni emanate con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) in data 1° marzo 2020, si confermano le seguenti misure da considerare vincolanti sino all’8 marzo 2020 e, comunque, sino a nuovo avviso:

interruzione d’incontri e riunioni presso gli Uffici della Sede centrale; in alternativa saranno utilizzate modalità di collegamento da remoto; sospensione cautelare di tutti i corsi e le attività didattiche facenti capo agli Organi tecnici e alle strutture operative, oltre ad assemblee, riunioni, gite, escursioni, etc. nelle Regioni, Province e Comuni di cui agli allegati 1, 2 e 3 del citato DPCM, e precisamente:

Comuni della Regione Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini;

Comuni della Regione Veneto: Vò;

Regioni: Emilia‐Romagna, Lombardia, Veneto.

Province: Bergamo, Cremona, Lodi, Pesaro e Urbino, Piacenza, Savona.

Tuttavia, poiché quel che le disposizioni, emanate con il DPCM 01.03.2020, mirano ad evitare è proprio il contagio dal virus COVID‐19, si ritiene che, in questa fase, la prudenza in un’Associazione è da considerarsi doverosa, anche sul restante territorio del Paese. Per qualsiasi esigenza di informazione su quanto sopra disposto si invita a contattare la Direzione (e‐mail: direzione@cai.it – tel. 02‐205723221). Costanti aggiornamenti sono disponibili sul sito del Ministero della Salute al seguente indirizzo: http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus Si invita, inoltre, a consultare gli aggiornamenti disponibili sui siti delle singole Regioni italiane.

Milano, 1° marzo 2020

Il Direttore Andreina Maggiore

Il Presidente generale Vincenzo Torti

ORDINANZA SOSPENSIONE ATTIVITÀ EMERGENZA CORONAVIRUS

Carissime e carissimi,

a seguito del comunicato emesso dalla regione Emilia-Romagna poche ore fa sul noto problema dell’emergenza Coronavirus:

Aggiornamento Coronavirus: da domani, e fino al 1^ marzo, in Emilia-Romagna sospensione dell’attività di tutte le scuole di ogni ordine e grado, asili nido, Università, musei, manifestazioni ed eventi, procedure concorsuali. Ordinanza del presidente Bonaccini e del ministro Speranza……...

con specifica indicazione di

Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di natura culturale, ludico, sportiva ecc, svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico”.

si invitano le sezioni e relative sottosezioni (a cui le sezioni di competenza dovranno diramare questa mail) a sospendere ogni tipo di attività  (corsi, lezioni, serate culturale, riunioni ecc) per tutta la settimana, ivi comprese le escursioni del prossimo week-end, in attesa di diverse o nuove indicazioni istituzionali.

Confidando in una positiva risposta, auguro buona serata.

   Il Presidente

Massimo Bizzarri

Club Alpino Italiano

Gruppo Regionale Emilia-Romagna